La mia lotta contro l’ortodonzia

Sin da bambina piccola ho sempre avuto una paura insensata per i dottori e gli ospedali. Non parlatemi di aghi, poi, ed esami del sangue che svenivo solo al pensiero. Non so da dove fosse nata questa mia angoscia dato che non ho mai subito operazioni o ospedalizzazioni, per mia grandissima fortuna, ed i miei genitori non hanno mai fatto grandi storie quando bisognava andare dal pediatra. Il mio dottore era dolcissimo, davvero bravo con i bambini, eppure io ricordo che lo odiavo e lo temevo allo stesso tempo. Ogni volta che dovevo farmi visitare mi sentivo come un gatto di strada, appena catturato, nella gabbietta che non capisce cosa sta succedendo. Occhi sgranati, pupille enormi di paura, orecchie all’indietro, all’erta, pronto ad attaccare qualsiasi cosa. Andavo nel panico e, anche se magari ero andata dal pediatra per una semplice visita di controllo, la vivevo malissimo, piangendo terrorizzata. 

Ricordo che ad un certo punto mia madre aveva smesso di dirmi quando saremmo andati dal dottore. Mi diceva solo che stavamo uscendo, così io realizzavo dove stavamo andando solo una volta arrivati ed almeno fino a quel momento la vivevo con serenità.

La mia paura più grande me la infondeva il dentista. Credo fosse dovuto agli strumenti che vedevo ogni volta che mi sedevo sul lettino, il trapano ed altri oggetti a giusto un metro dalla mia faccia. Ricordo ancora come se fosse ieri che, quando avevo circa dieci anni, mentre ero in attesa del mio turno, avevo sentito un bambino urlare e piangere, mentre il suono del trapano chiaramente stava eliminando delle carie dai suoi denti. La cosa mi aveva fatto svenire. Ad ogni modo, crescendo ero riuscita a superare il problema col trapano, ma, arrivata all’adolescenza, avevo dovuto fare i conti con la temibile ortodonzia. Avevo tentato in tutti i modi di evitarla, di posporla. Ma ai quindici anni, era diventata un obbligo: o adesso, o mai più. E se non vai di ortodonzia, mi aveva detto il dentista, te ne pentirai per tutta la vita. Me ne sarei davvero pentita così amaramente? Mah, ho i miei dubbi. Ad ogni modo, non è dato sapere perché mia madre non mi aveva dato possibilità di scelta. Ortodonzia sì, punto e basta. 

A posteriori, devo ammettere che, dolore iniziale a parte, non è che portare l’apparecchio mi abbia causato grandi traumi. Più della metà degli adolescenti che mi circondavano avevano l’ortodonzia uguale alla mia, quindi non ero certo un pesce fuor d’acqua. Ritengo, però, che forse un ragazzino debba avere voce in capitolo quando vengono prese scelte come queste. Avrei tranquillamente potuto mettere l’apparecchio a diciotto, venti, anche trenta anni se lo avessi voluto (nonostante le parole del mio dentista) e forse sarebbe stato più giusto.

Affidiamoci al lifting viso, perché il viso è fondamentale per l’identità di una donna

Il consulto pre lifting viso rappresenta, tra l’altro, una magnifica occasione nella quale, ogni donna, avrà l’occasione e l’opportunità di poter andare ad esporre tutte le personali aspettative e relative esigenze. Di fatti, come è oramai largamente risaputo, ricorrere al lifting viso per conseguire il migliore trattamento anti age, è molto utile per riacquistare una più giovanile immagine e una maggior sicurezza in sé stesse.

Il viso è una parte incredibilmente importante della propria identità di donna. Di conseguenza, se l’aspetto del proprio viso appare con rughe e afflosciamento della pelle, tutto questo può avere un impatto negativo significativo sulla propria autostima. Il lifting viso, invece, può restituire al viso un aspetto giovane e naturale, aiutando così la personalità di una donna, a risplendere e permettendole, tra l’altro, per gli anni a venire, di apparire sempre bella e on una bella pelle.

In poche parole, con il lifting viso, tutte le donne possono risolvere molti dei problemi estetici legati al passare degli anni. Di fatti, attraverso questa innovativa tecnica estetica, sarà possibile, affrontare e risolvere, alcuni specificità inerenti all’invecchiamento come, per esempio, la perdita dei contorni del collo e del mento, le profonde pieghe che, in genere, si trovano ad essere situate tra la base del naso e gli angoli della bocca.

Inoltre, come trattamento anti age, il lifting viso è eccellente in caso di perdita del tono muscolare del collo, del viso, così come per la perdita di elasticità della pelle. Non per nulla, le tecniche del lifting viso risultano essere moderne ed efficaci per ridonare luce e giovinezza al viso di ogni donna. Inoltre, verrà eseguito esclusivamente dopo che sono state valutate, nella dovuta attenzione, tanto la miglior tecnica di lifting viso necessaria, quanto le caratteristiche uniche del viso della paziente.

Il tutto, proprio per assicurare i migliori risultati possibili. Anche per questa motivazione, viene ad essere considerato un fantastico trattamento estetico anti age fondamentale per l’identità di una donna. Andando a concludere, ogni donna potrà affidarsi con assoluta fiducia ad un lifting viso per riavere un giovanile volto e riacquistare una maggior sicurezza con se stessa.…

Le modalità di assunzione della vitamina C

Il più delle volte, si pensa giustamente che una corretta alimentazione basata su una ricca dieta a base di frutta e di verdura, possa essere più che sufficiente per soddisfare l’esigenza della vitamina C nel nostro organismo. A tal proposito, è interessante ricordare che, contrariamente a quanto si è soliti credere, tra gli alimenti più ricchi di vitamina C il peperoncino risulta essere più ricco di questo fondamentale nutriente rispetto l’arancia. Anche cavolfiori e peperoni risultano essere degli alimenti particolarmente ricchi di vitamina C. Tuttavia, alle volte, la presenza di vitamina C che si trova negli alimenti, non è sufficiente.

In questi casi particolari e sempre dopo aver ascoltato il parere del proprio medico curante, si potrà fare ricorso agli integratori di vitamina C per poter usufruire di tutti i suoi effetti protettivi e benefici. Quindi, seppure una alimentazione sana che si basa su una corretta assunzione di frutta e verdura sia fondamentale per poter assumere la vitamina C, è stato ampiamente dimostrato dai medici professionisti che, per diverse ragioni, questo formula non riesce a compensare questa necessaria presenza.

Perciò, anche se la vitamina C può venire ad essere assunta attraverso una sana e corretta nutrizione naturale, in alcuni casi si può far ricorso agli integratori di vitamina C, i quali sono stati pensati e creati proprio per salvaguardare le esigenze fisiologiche di vitamina C. La sua presenza nel nostro organismo è fondamentale, tra l’altro, perché stimola e rafforza le difese immunitarie, perché facilita l’assorbimento di ferro, perché è un aiuto per il cuore e perché la vitamina C aiuta a proteggere la pelle dai dannosi raggi ultravioletti. Perciò, è stato ampiamente confermato, che l’utilizzo di integratori di vitamina C, unitamente ad altre vitamine e minerali, ha effetti benefici di grande importanza sul nostro fisico.

Quindi, andando a concludere, per evitare una carenza di vitamina C, aspetto che potrebbe provocare una lenta cicatrizzazione, anemia, dolori muscolari, scarso appetito, fuoriuscite di sangue dal naso e via dicendo, si può fare ricorso a diversi integratori di vitamina C che si possono, tra l’altro, anche acquistare online in modo comodo e sicuro.…

La bellezza di visitare Lubiana con i bambini

Essere attivi in ​​famiglia anche in ambito culturale, è una possibilità offerta da una vacanza a Lubiana. In effetti, la bellezza di visitare Lubiana con i bambini è, anche, quella di poter condividere con loro la visita ai musei presenti nella capitale della Slovenia. Non per nulla, molti musei di Lubiana, offrono interessanti contenuti che sono perfettamente adatti ai bambini, visto che li vanno attivamente a coinvolgere attraverso la creazione e la sperimentazione. Infatti, molti dei musei che sono visitabili a Lubiana, organizzano interessantissimi laboratori e avvincenti appuntamenti a loro interamente dedicati.

Visitare Lubiana con i bambini i musei, pertanto, potrà essere una piacevole esperienza per tutti.

A Lubiana, al numero 20 di via Prešernova, per esempio, si trova il Museo di Storia Naturale ove, i bambini, e non solo, potranno, tra l’altro, ammirare lo scheletro di un mammut, che ha pressappoco oltre ventimila anni, e che è stato ritrovato a Nevlje, un importante insediamento che si trova nei pressi di Kamnik. Il Museo civico di Lubiana è un altro museo visitabile con tutta la famiglia. Posto al centro della città di Lubiana, proprio nelle immediate vicinanze del teatro all’aperto Križanke, è una meta imperdibile proprio per le molte attività riservate ai bambini.

La bellezza di visitare Lubiana con i bambini, è data, anche, dalla presenza del Museo dei Treni. Un museo estremamente interessante per i più piccoli, che è nato negli anni Sessanta. Proprio nell’edificio centrale del polo museale, ad affascinare piccoli e grandi, vi è una ampia e meravigliosa collezione di locomotive a vapore. Adiacente, vi è un’ala dedicata a tutto ciò che era necessario al funzionamento della ferrovia. Qui, nella prima sala, sarà, inoltre, possibile rivivere l’atmosfera di una piccola stazione ferroviaria nel periodo della monarchia austro-ungarica.

Altro magico luogo è il BTC City, il più grande centro commerciale di Lubiana. Infatti, questa vera e propria Minicity, riserva, per i bambini, dai tre anni fino ai dodici, piacevoli sorprese. Mentre i bambini si divertono giocando, i genitori avranno a propria disposizione quasi cinquecento negozi per dedicarsi allo shopping.

Quindi, andando a concludere, la bellezza di visitare Lubiana con i bambini è davvero ricca e colma di sorprese e piacevoli momenti.

 …

Otoplastica, l’intervento che vi libera dalle orecchie a sventola

C’è chi ne fa un vanto, chi il suo punto di forza, chi decide che dei giudizi degli altri non gliene importa e, con fierezza, mostra le proprie orecchie come chiunque altro, senza vergognarsi perchè le sue sporgono, “a sventola” come vengono comunemente e, con connotazione negativa, definite. Perchè, in fondo, le orecchie a sventola sono solo una variante genetica, che provoca nel bambino ancora nel grembo materno. Il blocco della formazione della cartilagine cosicchè la parte superiore delle orecchie non si avvicina abbastanza al cranio e risulta staccata e, per i canoni di bellezza ai quali siamo sottoposti noi, antiestetica. Come per qualsiasi altro preconcetto derivante dall’aspetto fisico e dall’essere diverso, anche quello rivolto alle orecchie a sventola è terribile e andrebbe combattuto, per riuscire ad eliminarlo – assieme a tutti gli altri preconcetti. Nella realtà, si vedono invece molte persone che preferiscono conformarsi. Ma non bisogna criticare chi fa queste scelte, chi decide di liberarsi di un difetto piuttosto che imparare a conviverci. Bisogna invece realizzare che chi è, anche poco, diverso è spesso vittima di bullismo, soggetto a mortificazioni per il proprio aspetto e costretto a vivere vergognandosi di quello che è. Ci sono persone che diventano adulte crescendo nella sofferenza. E allora è giusto o sbagliato dare a queste persone la possibilità di sentirsi liberi? Esenti dall’infame giudizio dei più?

Liberarsi dalle orecchie a sventola è facile, veloce e sicuro grazie alla chirurgia plastica; tanto sicuro e semplice che anche i bambini (dai sette anni in su) possono sottoporsi all’intervento di otoplastica (quello che, per l’appunto, corregge le orecchie sporgenti). In poco più di mezz’ora, con l’anestesia locale, l’operazione è conclusa e, rispetto ad altri interventi quali il lifting, la rinoplastica o l’aumento del seno che hanno tempi di guarigione piuttosto lunghi, l’otoplastica è conclusa in tutto e per tutto in poco più di un mese. Gli unici consigli affinchè la guarigione avvenga correttamente sono di evitare il sole e gli sport di contatto, e non portare gli occhiali per quache mese dopo l’operazione.

Allora, se foste voi quelli ad essere differenti, ad avere le orecchie a sventola, ad avere questo “difetto”, ci pensereste su due volte a decidere di eliminarlo? O correreste da un chirurgo senza perderci su più di mezzo minuto? 

 …

Le bacche di aronia melanocarpa: una preziosa e ricca fonte di flavonoidi

Il fatto che le bacche di aronia melanocarpa risultino essere scientificamente una preziosa e ricca fonte di flavonoidi, le rendono preziose per proteggere il benessere di tutti gli esseri umani. Infatti, la presenza di flavonoidi nel nostro organismo, consente di beneficiare di importati effetti quali, ad esempio, il proteggere le cellule del corpo dal danno ossidativo causato dai radicali liberi.

Inoltre, il fatto che le bacche di aronia melanocarpa ci forniscano un giusto apporto di flavonoidi, fa sì che si possa mantenere sani i vasi rilassandone le pareti, oltre che riuscire a migliorare il flusso sanguigno. Quindi, questa proprietà offerta dalla aronia melanocarpa, ha anche un effetto regolatore sulla pressione sanguigna.

In questo modo, quindi, i flavonoidi contribuiscono, in generale a mantenere un sistema cardiovascolare sano. Inoltre, alcuni flavonoidi hanno effetti antivirali, antimicrobici, antiallergici e antitumorali.

Nessun alimento contiene più antociani della bacca di aronia melanocarpa

Gli antociani vengono assegnati come sottogruppi ai flavonoidi. Il loro nome è dovuto al loro colore blu profondo. Pertanto, si trovano in quasi tutti i fiori e le piante che hanno questo intenso colore blu.

Gli antociani possono ridurre la formazione piastrinica e influenzare positivamente la visione. Inoltre, mostrano un effetto anti-infiammatorio e anti-cancerogeno. A causa di queste proprietà, sono immensamente preziosi per la salute del corpo e nessun alimento contiene più antociani della bacca di aronia melanocarpa.

Il gruppo di antociani comprende anche le procianidine oligomeriche. Questo, consente di far aumentare l’effetto di altre vitamine antiossidanti offerte generosamente dalle bacche di aronia melanocarpa, in modo che il sistema immunitario sia alleviato e il sistema immunitario del corpo sia rafforzato. 

I benefici per la salute delle bacche di aronia melanocarpa

Sulla base degli effetti sopra menzionati degli ingredienti che sono stati trovati dalla ricerca scientifica in grandi quantità nella bacca di aronia melanocarpa, si può già immaginare i possibili benefici di questa bacca rispetto alla nostra salute. I diversi effetti dei polifenoli sono stati ampiamente studiati negli ultimi 20 anni.

I risultati degli studi hanno dimostrato che la maggior parte delle conclusioni ottenute sono direttamente correlate al forte potenziale antiossidante di questi fitochimici. Senza antiossidanti, pertanto, non è possibile salvaguardare la salute. I radicali liberi sorgono nel corpo durante i vari processi metabolici. Tuttavia, altre pericolose molecole raggiungono il corpo attraverso influenze esterne come, per esempio, stress, tossine, e molto altro ancora. I radicali liberi sono in grado di attaccare ogni cellula del corpo e anche di fronte al nucleo cellulare in cui si trova il genoma sensibile, non si fermano.

Per questo motivo, sono tra i peggiori nemici del corpo, perché sono responsabili dello sviluppo della maggior parte delle malattie.  Gli antiossidanti, che si trovano in quantità abbondanti nella bacca di aronia melanocarpa, sono i fieri oppositori dei radicali liberi e, in conclusione, possono prevenire i processi distruttivi ossidativi derivanti dalla presenza dei radicali liberi. 

Nord sud ovest est, la nuova mappa dei casino nel mondo

Pubblicato nel 1993, il secondo album realizzato dagli 883 Nord sud ovest est è, oggi, la fotografia della nuova mappa dei casinò nel mondo. Difatti, i casino Slovenia sono divenuti una più che solida realtà per un numero sempre più crescente di amanti del gioco d’azzardo. Poi, per noi italiani, i casino Slovenia sono davvero molto vicini, visto che con questo paese ci confiniamo!

Perciò, oltre che proporre mete turistiche apprezzate, la Slovenia, stato divenuto indipendente dal 1991, membro dell’Unione Europea dal 2004 e dal 2007 entrato nell’Euro, offre degli eccellenti casino. Se, dunque, era nota per la bellezza delle sue montagne, per la qualità delle sue stazioni sciistiche, per la sua natura, per la sua storia, la sua cultura, oggi come oggi, i casino Slovenia sono divenute una eccellenza di questo fiero popolo.

Di conseguenza, ad esempio, oltre che andare ad ammirare le bellezze conservate a Ljubljana, la sua capitale, il turista che si reca in Slovenia avrà, anche la possibilità di divertirsi e sfidare la dea bendata in uno dei tanti casino Slovenia. Ecco perché l’intera mappa dei casino nel mondo si è andata a modificare. Infatti, accanto a nomi celebri e noti come, appunto, il Casino di Venezia, quello di Monte Carlo oppure i tanti casino di Las Vegas, i casino Slovenia diventano una più che meritevole alternativa proposta a tutti i giocatori d’azzardo del mondo. 

Tra i più conosciuti casino Slovenia, si può ricordare il Casino Portorose, il Casino Perla, il Casino Korona, come pure il Casino Fortuna, il Casino Park, ma anche il Mond Casino oltre che il Casino Aurora e il Casino Fontana. Trovandosi specialmente presso note città turistiche, i casinò Slovenia sono divenuti meta per tantissimi turisti. 

Frequentabili ogni giorno della settimana e ad ogni ora, quindi, i casino Slovenia, sono entrati a pieno titolo nei programmi per una vacanza oppure per dedicare al giogo d’azzardo un periodo di riposo oppure un fine settimana. In conclusione, oltre che poter decidere di andare a giocare presso le consuete mete, adesso, i casino Slovenia sono un punto di riferimento altrettanto valido e abituale.…

Social eating, ecco tutte le piattaforme italiane

L’Italia è un Paese dalle mille bellezze e dalle mille contraddizioni. Anche il social eating è, infatti, entrato nella sfera dell’eterne e disparate valutazioni. Ma, alle volte il voler spaccare il capello in quattro non porta da nessuna parte.

Non per nulla, il social eating, incurante di tutte le virtuali o meno tavole rotonde, ha progressivamente entusiasmato sempre più i fans. Infatti, navigando sul web, si possono trovare numerosi siti, blog e altro ancora, dedicati esclusivamente al social eating.

Proviamo, perciò, a fare una rapida e sintetica carrellata sulle numerose piattaforme digitali che sono dedicate a quello, che in maniera un po’ troppo semplicistica e frettolosa, è stato definito il fenomeno dei social eating.

Domogourmet è, ad esempio, una delle tante piattaforme che permettono tanto la creazione quanto la condivisione di tutto ciò che riguarda il social eating. È una piattaforma tutta italiana, sebbene prende chiaramente ispirazione dalla lingua inglese e più specificatamente dalla forma verbale to pluge. Quindi, grazie a questo sito, sarà facile “immergersi”, “tuffarsi” nel social eating.

Altra piattaforma dedicata è Gnammo, ove si potranno scoprire eventi che si svolgono in numerose città italiane tutti legati al social eating. Probabilmente una tra le più note, ha certamente compreso da subito quali sono le grandi potenzialità di quello che è popolarmente noto come fenomeno.

Altro valido punto di riferimento è l’abruzzese New Gusto, con la quale si potranno scoprire i luoghi ove poter prendere parte ad un social eating.

Tutta questa attenzione è anche da ricercare nella precisa volontà di numerosi consumatori, i quali sono desiderosi di scoprire una cucina vera andando nel contempo a soddisfare il loro desiderio di socializzare con persone non conosciute in un ambiente più tranquillo rispetto a quelli tradizionali.

Non per nulla il social eating si basa proprio su un semplice principio, e cioè condividere le gioie del cibo socializzando e conoscendosi meglio.…

Badante, come evitare lo stress della selezione

Perché affidarsi ad una qualificata agenzia online se si è in cerca di una badante a Roma? Le ragioni per le quali è meglio affidarsi ad una agenzia online quando si cerca una badante sono molteplici, ma vediamone insieme alcune.

Se si mette, ad esempio, un annuncio su un giornale o su un cosiddetto free press, si rischia di essere letteralmente sommersi da innumerevoli telefonate, con il forte rischio poi di non riuscire a capirci più nulla. Se si cerca un badante e ci si rivolge, invece, alla parrocchia quasi sicuramente si avrà una badante senza che questa abbia avuto una minima selezione.

Invece, se ci si affida ad una delle agenzie online presenti sul web, si potrà essere sicuri che per prima cosa la badante indicata è stata precedentemente selezionata e per seconda cosa che la persona indicata potrà rispondere in maniera affidabile alle personali esigenze. Mettendo invece un annuncio, si dovrà perdere un sacco di tempo nel rispondere al cellulare, nel fissare tutta una serie di appuntamenti.

L’ausilio della parrocchia nel cercare una badante è piuttosto nullo, in quanto praticamente non farebbero altro che suggerire tutta una serie di nomi impronunciabili o adattatati alle usanze italiane, senza però che siano state sottoposte ad una selezione. Di contro, grazie alla competenza e alla esperienza delle agenzie online, si potrà essere certi di trovare una brava e valida badante.
Inoltre, sempre tramite le agenzie online, si potranno anche ricevere tutte quelle informazioni riguardo gli aspetti legali e burocratici che sono connaturati alla assunzione di una badante.

In conclusione, per aiutare le persone anziane bisognose di assistenza come pure chi si trova nello stato di non essere più autosufficiente, la badante diventa di vitale importanza, e per poter avvalersi di una sostanziale collaborazione è molto più pratico e comodo rivolgersi ad una delle tante agenzie online che si possono trovare in rete.…

La puericultrice, una figura esperta che ti aiuta con il bebé

Quando si tratta di una materia di particolare delicatezza come quella riguardante la puericultrice è bene avere le idee molto chiare. La puericultrice, infatti, è una figura professionale che è prevista a partire dal 1940 ed è, come ausiliaria della professione sanitaria, riconosciuta dal Ministero della Salute.

La sua preparazione si basa, fra le altre cose, su un diploma, per il conseguimento del quale la futura puericultrice deve studiare numerose materie. In sostanza questa importante e determinante figura professionale sostiene un vero e proprio esame di stato che è valido, quindi, a tutti gli effetti di Legge.

Nel frequentare la scuola di puericultura vi è pertanto un corso di studi da dover seguire, durante il quale la puericultrice si trova a dovere approfondire varie materie. In questo modo tutti gli iscritti avranno il modo di poter apprendere ogni cosa che riguarda tanto i primi anni della vita di un neonato, quanto quello che verte sia la gravidanza sia la maternità stessa.

Il piano di studio di una puericultrice prevede materie come, ad esempio, il primo soccorso, il diritto della famiglia e sanitario, la gravidanza e il post parto, accenni di patologia pediatrica, anatomia, igiene e metodologie operative, come pure la puericultura, la psicologia e la pedagogia.

Quindi un programma didattico specialistico e alquanto corposo, che permette di poter aver una ampia visione sulle pratiche riguardanti la sua attività. È, in conclusione, una approfondita preparazione, molto specifica e in modo sicuro di molta importanza.

Non per nulla, tutte le materie studiate da una puericultrice, potranno successivamente ritrovare un riscontro facile in una qualsiasi tipologia di attività che potrà andare a svolgere e questo sia in un ambito domiciliare sia ospedaliero come pure educativo. Inoltre, chi cerca una puericultrice oggi può contare anche sul prezioso ausilio che viene ad essere fornito con indiscussa professionalità dalle numerose agenzie online che si possono facilmente trovare su internet.…